“In questa squadra si combatte per un centimetro. In questa squadra massacriamo di fatica noi stessi e tutti quelli intorno a noi, per un centimetro. Ci difendiamo con le unghie e con i denti per un centimetro. Perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri, il totale allora farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, la differenza tra vivere e morire. E voglio dirvi una cosa: in ogni scontro è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro”. (Tony D’Amato)

Sicuramente in tanti ricordano il discorso di Tony D’amato, allenatore americano di football, interpretato da Al Pacino nel film “Ogni maledetta domenica”.

E’ forse il discorso motivazionale più famoso in assoluto. In tanti si sono ispirati a queste parole e tanti leader lo hanno citato per motivare il proprio gruppo di lavoro, la propria società o semplicemente la propria squadra di calcetto.

La motivazione viene data soprattutto se abbiamo degli obiettivi ben precisi e definiti. La mancanza di obiettivi motivanti provoca un crollo di prestazione e abbandono sportivo,scolastico o lavorativo.

Tony D’Amato, ogni maledetta domenica

Gli obiettivi nella vita contano tanto e soprattutto sono importanti quando dobbiamo fare un qualcosa di impegnativo, che magari sarà essenziale per chiudere un progetto importante, o per una promozione o per una vittoria. È importante come ci vediamo, se ci sentiamo persone vincenti o perdenti, quanto desideriamo raggiungere quel determinato obiettivo.

Se volete tirare fuori il meglio dalle persone che avete intorno, dovete spingerle ad andare avanti e far sentire loro che sapete che possono fare grandi cose. Molto spesso le persone si bloccano quando devono affrontare qualcosa di importante. Ed è proprio qui che il ruolo del motivatore diventa essenziale. Il motivatore deve essere in grado di identificare le difficoltà che si presentano lungo il percorso e cercare di superarli.

Con la giusta motivazione è possibile creare un ambiente di lavoro positivo con risultati eccezionali!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *