Non è possibile vivere senza dormire, questo è certo. Dormire è una di quelle necessità basilari dell’essere umano e quindi la sua mancanza può avere effetti molto negativi per il nostro organismo.

Ci sono persone che hanno bisogno di  dormire almeno 8 ore per sentirsi riposati e recuperare tutte le energie spese durante la giornata, mentre ad altri possono anche bastare solo 5-6 ore. Tutto dipende dal proprio organismo.

Se il nostro organismo ha bisogno di almeno 8 ore per recuperare tutte le energie e noi dormiamo anche solo per 6 ore, il nostro corpo ne risentirà negativamente. In particolare si avranno effetti negativi in tre ambiti:

  • Il nostro fisico sarà debole, poco coordinato e a volte incapace di compiere azioni quotidiane nel migliore dei modi
  • Anche fare semplici ragionamenti diventerà difficile ma soprattutto stancante. In ambito lavorativo, ad esempio, può portare a cattive scelte o a non considerare al meglio tutti i fattori che possono condurci alla scelta ottimale.
  • La carenza di sonno può variare il nostro umore. Saremo spesso nervosi e irritabili.

La cosa importante non è solo dormire, ma dormire bene. Dormire bene significa fare un sogno rigenerante, che ci permetta di riposarci e di recuperare tutte le energie. Per ottenere questo è importante che tutte e 4 le fasi del sonno non-Rem e quelle Rem siano soddisfacenti. Si è scoperto infatti che durante la fase 4,  il metabolismo e il flusso sanguigno del cervello si riducono del 75% rispetto a quando si è svegli. Il motivo di ciò è l’eliminazione dei radicali liberi* che possono danneggiare il cervello.  Invece il sonno leggero ci consente di risparmiare energia, il recupero fisico e neurologico.

*La produzione di radicali liberi è un evento fisiologico e si verifica normalmente nelle reazioni biochimiche cellulari, soprattutto in quelle che utilizzano ossigeno per produrre energia
Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/salute/radicali-liberi.html

Dormire non è solo importante per il recupero fisico e neurologico. Si è scoperto infatti che una delle funzioni più importanti del sonno è consolidare l’apprendimento. Tutte le informazioni che apprendiamo durante la giornata vengono processate mentre dormiamo. Tutte le informazioni considerate inutili vengono eliminate, mentre quelle ritenute più importanti vengono classificate e conservate.

È esperienza comune che un problema difficile la sera si risolva la mattina, dopo che il comitato del sonno ci ha lavorato sopra.


(John Steinbeck)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *